Un terribile qui pro quo - Graziella Martina - Editori Vil Razza Dannata

Vai ai contenuti

 
“Il Doyle è morrrto” mi comunica l’editore, con la sua simpatica r arrotata… No, non mi sta comunicando il trapasso dello scrittore, avvenuto, come si sa, il 7 luglio del 1930. Nel linguaggio del business, lui vuole dire che il libro non si vende…  In effetti, quelle pagine così fitte, senza spazi, con pochissime illustrazioni in un bianco e nero sfocato scoraggerebbero chiunque. Io avevo proposto di farne una versione ridotta, senza le parti che oggi, a distanza di anni, non rivestono più un grande interesse, inserendo qualche bella illustrazione e la riproduzione di alcune pagine manoscritte. Naturalmente la mia idea non è stata accolta.
 
Sin dalla copertina il libro non invita all’acquisto. L’immagine, che avevo proposto io, dai colori brillanti, raffigura delle persone sedute all’ombra di un grande albero. Purtroppo i colori sono stati coperti da uno strato di grigio. Anche se madame Auguste aveva attribuito al dipinto originale quei toni spenti, non è così. Al contrario, la pittrice Marianne North è famosa per le tinte accese con cui ha raffigurato la flora tropicale. Quando l’ho fatto notare all’editore, lui ha guardato la figura come se la vedesse per la prima volta e ha detto: “Eh già!......”. Ma chi se ne era occupato in casa editrice, di nascosto da tutti?
 



Mi è capitato di vedere su Internet il libro con una nuova copertina, non ho pensato di guardare la data e ho pensato – illusa! - che fosse una ristampa. Ma la mia soddisfazione è durata poco, ci ha pensato il VeroBitter a ristabilire subito le cose. La sua risposta sgradevole infatti diceva che se mi fossi preoccupata di guardare la data di edizione del libro avrei visto che era la stessa, "era stata solo cambiata la copertina”… Adesso, fra l’altro, il titolo posto all’interno dell’immagine di copertina non corrisponde più.
 
P. S. Sono morta di invidia quando ho visto il libro del Viaggio nell’Artico dello stesso Doyle pubblicato da Utet. È esattamente come mi sarebbe piaciuto vedere il mio, corredato di pagine manoscritte e disegni dell'autore.

                       
              




Torna ai contenuti